Lettera aperta agli iscritti dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli

Cari Colleghi,

siamo pronti per il mandato 2021-2025. Si vota in piena sicurezza dal 6 al 16 settembre, esclusa Domenica 12, nella sede a Napoli ed in altri cinque seggi della Provincia.

Cosa abbiamo fatto in questi quattro anni e cosa faremo nei prossimi quattro:

  • Abbiamo riorganizzato il personale, e continueremo a farlo nella prossima consiliatura, rendendo la struttura amministrativa coerente con le problematiche e le sfide del futuro. In particolare abbiamo avviato e completeremo il processo di digitalizzazione del materiale cartaceo e delle procedure.
  • Abbiamo consolidato il bilancio, con un’attuale eccellente disponibilità di cassa nonostante una delle quote più basse d’Italia, rendendo più certe le entrate e contenendo tutte le spese comprimibili. Potremo così investire in nuove iniziative, specie per i più giovani. Ed è bene ricordare che tutti i consiglieri, compresi presidente, segretario e tesoriere, lavorano, su base volontaria, a titolo gratuito.
  • Abbiamo svolto moltissima attività di formazione, quasi tutta gratuita, tutta di grande qualità. I CFP sono obbligatori ma è bene che siano ore spese fruttuosamente e piacevolmente!
  • Abbiamo scelto, dopo avviso pubblico e quindi con una molteplicità di possibilità, una sede funzionale e coerente con il prestigio dell’Ordine. Appena l’emergenza Covid lo consentirà ripartiremo con l’organizzazione in sede di eventi culturali con l’Ingegneria al centro; ed al centro di Napoli! Il tutto è avvenuto praticamente a parità di costi complessivi e risparmiando sui lavori che erano necessari nella vecchia sede.
  • Ci siamo pienamente adattati alla emergenza Covid, mantenendo l’Ordine sempre funzionale e rispondendo immediatamente a qualsiasi richiesta degli iscritti.
  • Abbiamo svolto moltissima attività FAD, con eventi formativi numerosi e di qualità. Siamo stati per questo indicati a livello nazionale come esempio di efficienza. Ne trarremo le dovute conseguenze, offrendo in futuro una formazione ibrida, parte in presenza e parte telematica, adattandoci così alle esigenze degli iscritti.
  • Siamo stati parte attiva sia a livello nazionale che a quello provinciale, su tutti i temi rilevanti per la professione: sismabonus, ecobonus, bonus facciate, fino ad arrivare al famoso superbonus 110%; BIM, sicurezza dei ponti, startup, cyber security e tanto tanto altro: temi che stanno portando al rilancio della professione e più in generale del nostro mondo, con creazione di tante nuove occasioni di lavoro.
  • Le commissioni tradizionali e le nuove commissioni speciali sono state sempre in prima linea, canalizzando positivamente l’energia dei partecipanti e fornendo contributi di qualità per tutti gli iscritti; in particolare per i giovani ma anche creando interesse per i meno giovani.
  • Abbiamo instaurato corrette e proficue relazioni con tutte le Istituzioni, per rendere più agevole il ruolo degli ingegneri. Va certamente citata la intensa collaborazione con la Regione Campania: varie riunioni con il Genio Civile di Napoli hanno portato a semplificazioni ed alla informatizzazione dei depositi e delle autorizzazioni sismiche con un conseguente risparmio di tempi e costi per gli iscritti.
  • L’intenso rapporto con la Regione Campania ha prodotto anche risultati nella tutela della Professione: il nostro impegno continuo ha portato all’approvazione e all’entrata in vigore della Legge regionale sull’Equo Compenso (LR 59/2018) che tutela il pagamento al Professionista delle correlate spettanze da parte del Committente.
  • Abbiamo sviluppato il tema della territorialità, organizzando convegni e manifestazioni in varie sedi della Provincia, finché l’emergenza Covid non lo ha impedito. La territorialità, nello scorso quadriennio, si è sviluppata anche mantenendo stretti collegamenti con le istituzioni locali: tanti Comuni hanno voluto organizzare, mediante il nostro Ordine, tirocini con rimborso spese per giovani ingegneri, un ottimo viatico per l’inserimento nel mondo del lavoro. Nella prossima consiliatura puntiamo a rinforzare il concetto del decentramento di alcune delle funzioni dell’Ordine.

In sintesi, abbiamo posto in essere azioni concrete per semplificare la vita degli iscritti, per offrire formazione di qualità con costi ridotti, per creare nuove occasioni di lavoro, per mantenere alto il prestigio del secondo, per numero di iscritti, Ordine degli Ingegneri italiano; tutto questo senza aumentare – anzi diminuendo – le spese.

Grazie al vostro appoggio ci proponiamo di continuare a farlo con la stessa passione e con una squadra rinnovata.

Siamo pronti a proseguire. Praticamente la metà del precedente consiglio non era rieleggibile per il raggiungimento del limite di due mandati previsto dalla Legge; colleghi di grande valore e prestigio non erano ricandidabili; a tutti loro va il nostro sentito ringraziamento e la gratitudine per l’appoggio che ci hanno promesso e che continueranno a dare. Ed allora andiamo avanti con una nuova compagine, che premia con la candidatura i colleghi che hanno lavorato con maggiore entusiasmo nelle Commissioni, che da giusto spazio alla componente femminile come da indicazioni del Ministero e del CNI, che si ringiovanisce ma inserisce anche contributi di grande saggezza ed esperienza.

Sono rappresentate tutte le tipologie di iscritti: liberi professionisti, dipendenti pubblici e privati, professori universitari, docenti della scuola. Le nuove candidature rappresentano dirigenze di istituzioni pubbliche, l’Acen e quindi il mondo delle costruzioni, Confapi e quindi le piccole e medie imprese e molte altre importanti esperienze.

Insomma una bellissima e compatta squadra, sempre servizio degli iscritti, che ha la ferma volontà di continuare a rendere il nostro Ordine una voce istituzionale autorevole, i cui pareri siano richiesti, considerati ed ascoltati a Napoli, in Campania, in Italia.

Confidiamo sul vostro pieno appoggio, votando tutti i 15 nomi della intera lista!